Piante e vacanze 2022

Irrigazione con coni di terracotta per erbe, pomodori e peperoncini

Di Claudio, 17/09/2022
Piante e vacanze 2022
Una settimana fa sono partito per sette giorni di vacanza a Kos, in Grecia. Stamattina alle cinque sono rientrato a casa, e dopo aver mangiato qualche mochi (dolci giapponesi), mi sono chiesto "come staranno le mie piante?”. Troppo assonnato per rispondermi (era ancora un po’ buio, qui nel Surrey), ho dormito qualche ora e poi sono andato a verificare.

Prima di partire avevo sistemato dei coni di terracotta per l’irrigazione in tre vasi di erbe aromatiche nell’ingresso di casa e in otto vasi con pomodori, peperoni e peperoncini nel conservatory.

I vasi nel all'ingresso di casa


I coni hanno funzionato cosi’ cosi’... Sono stati perfetti per i tre vasi all’ingresso (nella foto), che contenevano solo piccoli germogli e semi ancora non germinati, visto che in quei tre vasi ho trovato terreno umido e piantine alte alcuni centimetri, come se queste erbe avessero voluto dirmi “dacci acqua, dacci un po’ di sole - neanche tanto - e poi lasciaci in pace, che noi cresciamo per i fatti nostri!”. Ma altrove non se la sono cavata cosi' bene.

I vasi nel conservatory


Rimando agli articoli precedenti per la definizione di "conservatory", ma riassumo per chi non ha voglia di vedere altre pagine: e' una stanza annessa all'edificio principale della mia casa, con ampie superfici vetrate e poco isolamento termico, quindi gelida d'inverno e rovente d'estate.
Avevo poi alcune piante di pomodori, peperoni e peperoncini, tutte irrigate con i coni di terracotta. Ho trovato il terreno di alcuni vasi secco, come se i coni non avessero trasferito l'acqua dai serbatoi (bottiglie riciclate di acqua minerale) ai vasi, nonostante le bottiglie stesse fossero ormai mezze vuote. Le piante sono comunque sopravvissute, quindi e' possibile che il sistema d'irrigazione abbia funzionato per alcuni giorni e poi (causa abbassamento del livello dell'acqua nelle bottiglie, forse?) sia andato in ferie come me.

Sempre nel conservatory c'erano quattro contenitori di gelato riciclati in cui due giorni prima della partenza avevo poi seminato cavolfiori, cavoli, cavoli cinesi (Pack Choi) e spinaci. Avevo poi usato altri contenitori per gelati come coperchi, in modo tale da mantenere un ambiente umido e dare spazio verticale per la crescita dei germogli. Dopo una settimana ho trovato germogli alti tra i 5 e i 10 cm, hanno usato tutto lo spazio a disposizione che avevo prudentemente offerto loro. L'idea di utilizzare le vaschette dei gelati come coperchi ha funzionato anche per mantenere l’umidità in questi "microambienti": il terreno era ancora bagnato, una settimana dopo che l'avevo innaffiato con poca acqua!

In giardino


Al di la' delle piante in casa, anche i fagiolini in giardino hanno hanno lavorato sodo, durante la mia assenza: su cinque piante ho raccolto una sessantina di fagiolini, che una settimana fa non c'erano.

Pomodori: i ciliegini stanno crescendo, alcuni sono quasi maturi, altri sono ancora verdi, altri (in vasi davanti casa, esposti al sole del primo mattino e forse al freddo della notte) sono aperti, probabilmente a causa del freddo notturno.

Ho una decina di piante di cavolo nero (kale), prima di partire avevo rimosso rimosso molti bruchi che ne stavano divorando le foglie; i bruchi sono ovviamente tornate durante la mia assenza, e di foglie pronte per la consumazione ce ne sono pochissime.
Zucchine: quando siamo partiti ce n'era una che sembrava quasi pronta per trasferirsi in cucina, ora ce ne sono una decina, spesso più piccole di un pugno, ma in crescita. Quella che era quasi pronta, prima della vacanza, ora sta cambiando colore, e da verde sta diventando gialla. Aspetterò un paio di giorni, poi la raccolgo.

Devo anche menzionare le mie due piante di carciofi, che ne hanno prodotti tre ciascuno, strani, non somiglianti a quelli che sono abituato a mangiare, e che sono seccati sulla pianta. Gli steli sono alti più di 180 cm ma, nonostante questi carciofi siano belli, probabilmente e' ora di eliminarli, magari trasferendoli nel mio orto comunale (allotment) che ho da qualche mese.

Argomenti: piante e vacanze
Data: 17/09/2022 alle 02:17
©2022 Il Mio Giardino. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.
Claudio

L'autore: Claudio

Vivo in Inghilterra, scrivo codice, faccio foto, cammino in montagna e in collina.


Articolo precedente

Un banano in Inghilterra

Conversazioni su quest'argomento nel forum

Titolo Messaggi Iniziato Ultimo post
same thing here5alesino27/09/2022, alesino