Versione 3 dei cold frame, che sono poi delle mini-serre

Come proteggere le piante dal freddo senza spendere troppo

Di Claudio, 09/12/2020
L’avevo detto che questa era solo la prima (e seconda) versione dei miei “cold frame“, giusto? È bastata una settimana per rendere necessario passare alla terza versione: dopo tre giorni di piogge incessanti, il tetto in pluriball della seconda “mini-serra” è diventato un lago, flettendosi fin quasi ad appoggiarsi sulle piante. È stato necessario rimuoverlo, ovviamente.

La terza versione dei cold frame ha comportato l’installazione di un tetto in PVC ondulato anche sul secondo contenitore: entrambi i tetti sono stati poi fissati tramite un totale di tre viti, in modo da avere una cerniera di apertura. Non ho ancora trovato un sistema pratico per bloccare i coperchi/tetti in posizione chiusa, per cui al momento continuo a utilizzare dei supporti per piante.

Versione 3 dei cold frame, che sono poi delle mini-serre

Quasi dimenticavo: ho piazzato all’interno di entrambi i cold frame delle bottiglie di vino (quindi con vetro scuro) piene di acqua (inizialmente calda). I Testi Sacri Del Giardinaggio suggeriscono di verniciare di nero una tanica, riempirla d’acqua e poi piazzarla in una serra o in un cold frame in modo che accumuli calore durante il giorno e lo rilasci durante la notte, grazie al fatto che l’inerzia termica dell’acqua e' superiore a quella dei solidi. Anziché comprare della vernice, mi sono affidato appunto a delle bottiglie di vino, sempre presenti in casa e quindi riciclabili in modo creativo in quest’occasione. Non ci sarebbe stato neppure spazio per delle taniche da quattro o cinque litri, all’interno delle dei contenitori.

Dall'installazione della versione 3 sono passati cinque giorni in cui non ha piovuto molto, quindi non c'è stata ancora una vera e propria prova del fuoco (dell'acqua?); per ora va tutto bene, niente si e' mosso, i due contenitori non sono a tenuta stagna, ma la condensa presente all’interno dei loro tetti fa sperare che riescano a trattenere all'interno un po' di calore, oltre all'umidità.

Per la versione 4 sarebbe utile avere:


Argomenti: fai da te, Riciclaggio creativo
Data: 09/12/2020 alle 11:18
©2020 Il Mio Giardino. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.
Claudio

L'autore: Claudio

Vivo in Inghilterra, scrivo codice, faccio foto, cammino in montagna e in collina.


Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato

Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Questa domanda à per verificare che tu sia umano.